Attualità

Adozioni internazionali: 8 mila famiglie gabbate, sono spariti i soldi

Adozioni internazionali: in fumo i rimborsi per le famiglie che hanno adottato, dal 2011 in poi. L’annuncio shock della CAI getta nello sconforto 8 mila coppie. E allontana chi vorrebbe intraprendere lo stesso iter. “Sono più di cinque milioni gli sposati in Italia senza figli”, ha affermato Marco Griffini a #genitorisidiventa su Radio Cusano Campus. Neppure le sinistre sono interessate al problema. Sono l’ultima deludente constatazione in ordine cronologico, secondo quanto affermato da Marco Griffini in trasmissione, il quale ha aggiunto: “C’è stato grande disinteresse dei governi che si sono succeduti dopo il governo Berlusconi, Monti Letta, Renzi. Si sono dimenticati di firmare decreti importanti, e non si sa dove sono spariti questi soldi”.

Malcontento e rabbia, queste le reazioni emotive di chi non si vede riconosciuto lo sforzo. “Le coppie che hanno adottato hanno chiesto mutui, hanno compiuto un atto di giustizia, ora si trovano gabbati”, ha sottolineato il presidente di Ai. Bi. difendendo le famiglie che hanno scelto la strada dell’adozione internazionale per realizzare il sogno della loro vita. “Dopo aver lasciato la CAI alla Della Monica che è andato sui giornali come il più grande scandalo, i suoi sono stati anni di piombo. Noi del mondo no profit dovremmo essere equidistanti da tutte le cariche politiche. Di fatto, l’adozione internazionale è rimasta l’unica forma genitoriale a pagamento. L’Italia dopo gli Stati Uniti faceva più adozioni nel mondo. Il grave problema è che non riusciamo ad avere delle risposte. Il governo non risponde. Noi di Ai. Bi. che possiamo fare? Su questa vicenda disgraziata abbiamo presentato denunce al Tar, alla magistratura, siamo nelle mani di nessuno. Le famiglie sono spaventate. Il governo deve dare delle risposte alle famiglie. Gentiloni deve dare una risposta, e dica se l’adozione internazionale ha un futuro o meno”, ha ribadito Griffini, a proposito del silenzio costante della politica. Il mondo delle adozioni internazionali è pronto per spiccare il volo, se solo a qualcuno interessasse l’argomento.

Ascolta qui l’intervista integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *