Politica

Giorgia Meloni: “Reddito d’infanzia? Ecco di cosa si tratta”

Che cos’è il reddito d’infanzia? Giorgia Meloni spiega la nuova proposta di Fratelli D’Italia. Lo fa intervenendo su Radio Cusano Campus nel corso di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. 

REDDITO D’INFANZIA, UNA MISURA PER LE FAMIGLIE

“Si tratta di una iniziativa concreta per affrontare la più grande emergenza del nostro tempo, che è legata ad una demografia drammatica. In Italia non si fanno più figli perché sono diventati un bene di lusso, non sono più una libera scelta. Noi non vogliamo veder scomparire la civiltà italiana. Per questo abbiamo presentato un pacchetto molto articolato di iniziative per rimettere la famiglia al centro. Spostare la tassazione dalla persona al nucleo famigliare”.

“SE TORNIAMO A FARE FIGLI IL NOSTRO WELFARE PUO’ REGGERE MEGLIO”

“Incentivare le aziende ad assumere donne in età fertile. E al centro di tutto c’è il tema del reddito d’infanzia.  400 euro al mese per i primi 3 anni del bambino per le famiglie che sono più in difficoltà economicamente. Se torniamo a fare figli il nostro welfare può reggere meglio. Rispondiamo così alla demagogia depressiva del reddito di cittadinanza del Movimento Cinque Stelle”.

SULLO IUS SOLI

“Oggi sotto al Senato diremo no allo ius soli. Temo che Grillo non ci sarà, le posizioni dei grillini sono tutte basate sulla comunicazione, non c’è coerenza. Sono contenta se i grillini hanno cambiato idea sull’immigrazione, peccato che abbiano votato con la sinistra ogni misura”.

L’INVITO AL MOVIMENTO CINQUE STELLE

Se hanno davvero cambiato idea, vengano alla manifestazione che faremo per dire no allo ius soli. Noi vogliamo mantenere lo ius sanguinis. Non si può regalare a chiunque arrivi da noi la cittadinanza. Noi saremo al senato per dire no a questo e per raccogliere firme che facciano da preparazione affinché la legge, se dovesse essere approvata, possa essere abrogata con un referendum”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *