Sport

Amichevole di prestigio e solidarietà: Pescara-UniCusano Fondi 4-1

PESCARA-UNICUSANO FONDI 4-1

PESCARA: Bizzarri, Zampano, Fornasier, Coda, Milicevic, Muntari,Verre, Coulibaly, Muric, Nitrita. Entrati nella ripresa: Aldegani, Biraghi, Campagnaro, Bono, Cubas, Brugman, Bruno, Memushaj, Caprari, Gilardino. All.: Zeman.

UNICUSANO FONDI: Baiocco; Galasso, Signorini, Mucciante, Squillace; Varone, De Martino; Tiscione, Giannone, Calderini; Gambino. A disp.: Coletta, Di Sabatino, Mucciante, Battistoni, Capuano, D’Angelo, Pompei, Carcatella, Ferullo, Calandra.

Arbitro: Leone di Avezzano.

Reti: 23’ Muric (P.), 41’ Giannone (U.F.), 57’ Memushaj (P.), 82’ Campagnaro (P.), 87’ Gilardino (P.).

A Pescina il Pescara supera in una partita amichevole l’UniCusano Fondi per quattro reti a una. Questa volta in palio non c’erano i tre punti, come è avvenuto per tutta la stagione regolare, ma semplicemente la voglia di fare solidarietà attraverso lo sport e il richiamo che una gara del genere sa produrre. Infatti allo stadio Barbati, riempito in tutte le sue gradinate e posti a disposizione del festante pubblico, Pescara e UniCusano Fondi hanno aiutato il Centro Diurno Arcobaleno, un’associazione del territorio abruzzese che lavora in favore dell’assistenza ai ragazzi disabili.

Per la formazione dell’ateneo romano una gran bella vetrina, al termine di una stagione sportiva iniziata con la prestigiosa amichevole di Trigoria contro l’A.S. Roma, e terminata di fronte alla formazione del Delfino allenata da Zdenek Zeman. E i ragazzi di Sandro Pochesci non hanno davvero sfigurato, visto che fino al 37° del secondo tempo erano sotto soltanto di una rete (1-2), prima di incassare quelle di Campagnaro e di Gilardino!

Oltre ai tanti sorrisi, ai saluti e agli autografi, molta valenza il ritrovo tra l’ex juventino Simone Pepe e De Martino e Galasso, che militavano nel settore giovanile della Roma diversi anni fa.

La giornata è stata vitale per i ragazzi meno fortunati e sul piano agonistico i giocatori dell’UniCusano hanno mostrato una certa personalità visto che il Pescara milita per un paio di turni ancora in Serie A e parliamo di un club che storicamente ha vissuto molto nella serie cadetta.

La squadra dell’UniCusano Fondi si presentava a questo appuntamento con parecchi assenti per infortunio, da Marino a Tommaselli, da Bombari ad Addessi e Battistoni per finire con Albadoro: non c’era Sernicola, partito con la squadra nazionale italiana Under 20 per il Campionato del Mondo.

Nella sfida dei due mari, Adriatico contro Tirreno, il Pescara va in rete grazie a un grande inizio, intenso e pratico, coronato con il gol di Muric. Prima dell’intervallo una grande conclusione balistica di Giannone, palla nel “sette”, imprendibile, frutta il parziale pareggio alla formazione della ricerca scientifica italiana. Il punto del 2-1 arriva all’inzio della seconda frazione, per l’undici di Zeman, con Memushaj, e anche in questo caso la replica non si fa pregare, con la traversa su calcio piazzato colta da Pippo Tiscione.

Nel finale rete di Campagnaro al 37’ e quarta segnatura del Campione del Mondo 2006 Alberto Gilardino, ex Fiorentina e Milan, tra le altre, per il 4-1 finale.

Il dopo-partita – La partita si è conclusa con una bella premiazione per le due squadre: “Accanto a quella del Pescara, la presenza dell’Unicusano Fondi ha dato assoluto prestigio alla manifestazione, e di questo siamo contentissimi. Due società professionistiche per un evento così riuscito per noi sono state il massimo”, ha affermato il sindaco di Pescina, Stefano Iulianella, accompagnato nella cerimonia finale dal consigliere regionale Maurizio Di Nicola.

Sandro Pochesci, allenatore dell’UniCusano Fondi, ha dichiarato: “Abbiamo preso parte ad una bella iniziativa benefica, nel solco del percorso del nostro club, ed al tempo stesso abbiamo ben figurato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *