Attualità

“Appennino bike tour”, scopriamo l’Italia in bici, 42 tappe, 2600 km

Alla scoperta dell’Italia pedalando. Scorci inaspettati, borghi bellissimi e paesaggi poco conosciuti. Una vacanza diversa, nuova, originale. Un turismo alternativo. L’appennino in bici per una lunga e speciale passeggiata che dura 42 giorni. Si parte dalla Liguria e si arriva in Sicilia, dal 15 luglio al 25 agosto. “Appennino bike tour” è il giro d’Italia in sella che unisce cultura, benessere, sport. Aperto a tutti, ai ciclisti professionisti, ai semplici amatori, ai curiosi, a chi vuole mettersi alla prova Ha parlato dell’iniziativa a Radio Cusano Campus, Enrico Della Torre, direttore di Viviappennino, l’associazione che organizza l’evento.

Direttore, qual è l’obiettivo di “Appennino bike tour”?
L’iniziativa nasce con l’obiettivo di accendere i riflettori in questi 42 giorni su tutto il territorio dell’Appennino. L’idea è quella di unirlo da nord a sud, dalla Liguria alla Sicilia.

I numeri sono sorprendenti.
Le tappe sono 42,  come i giorni, attraverseremo 296 comuni, 14 regioni, pedaleremo per oltre 2.600 chilometri. Lungo il percorso si potrà, ad esempio, fare sosta all’Osservatorio astronomico a Brallo di Pregola, per osservare il cielo, visitare il castello di Bardi, percorrere tratti della via Francigena, ammirare l‘altopiano fiorito di Castelluccio di Norcia, passare a Pietrelcina, dov’è nato Padre Pio, avventurarsi nelle Dolomiti Lucane, visitare Bronte, patria del pistacchio, arrampicarsi lungo le pendici dell’Etna. Questo ciclo viaggio nasce anche, a livello istituzionale, come staffetta con i comuni direttamente coinvolti: ci sarà il passaggio di mano del drappo tricolore tra i rappresentanti in senso di unione su tutto il territorio dell’Appenino.

Chi può partecipare a “Appennino bike tour”? 
Possono aggregarsi tutti, associazioni, pro loco, gruppi sportivi, singole persone. Sono ammessi tutti i tipi di bicicletta: bike, mountain bike, bici da corsa, anche quelle a pedalata assistita. Vogliamo che l’Appennino venga riscoperto, valorizzato e crediamo che la bicicletta sia lo strumento giusto. Ci consente in questi 42 giorni di unirci in uno spirito di amicizia, mossi dalla voglia di scoprire il territorio. La mattina si pedalerà mentre il pomeriggio si visiteranno luoghi, musei e si prenderà parte agli eventi del posto.

Ascolta l’intervista

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *