Sport

Serie D/Girone H: il Trastevere va in fuga destinazione Lega Pro

Domenica scorsa c’è stata la prima, seria frattura tra il Trastevere primo in classifica e la Nocerina, fermata dalla clamorosa rimonta del Potenza, da diverse domeniche a secco di soddisfazioni così spesse. Il gol di Stefano “Neno” Tajarol detto anche Taja-gol, ha fatto sobbalzare tutti i tifosi intervenuti a via Vitellia per l’incontro interno con l’Herculaneum. Di contro i rosso-neri di Nocera Inferiore sono andati avanti ma hanno subìto pareggio e sorpasso dall’orgogliosa compagine lucana. Quando la notizia è arrivata attraverso Radio Cusano Campus al campo un tempo intitolato a Vittorio Bachelet, l’esplosione di gioia è stata fragorosa. Ma c’è stata una seconda novella, giunta sempre attraverso il mezzo marconiano, che ha viaggiato verso il sogno del Trastevere di Pierluigi Betturri: il pareggio all’83° del Gelbison Vallo della Lucania con il Bisceglie. Il che ha portato a una decina di punti i nero-azzurri stellati di Nicola Ragno dal vertice rappresentato dal club capitolino. In settimana è arrivata anche la notizia di un terzo punto di penalizzazione per motivi gestionali e amministrativi sanzionato al sodalizio pugliese. Di fatto diventa una corsa a due secca, come è stata negli ultimi sei turni. Con la differenza che il Trastevere ha la ghiotta opportunità di mantenere un bottino corposo come i 7 punti attuali rispetto ai precedenti 4; e pensare che a un certo punto del primo tempo erano diventati 2 poi di nuovo 4 e anche 6, a pareggio del Potenza con la Nocerina segnato. Sul 2-1 la dote è arrivata a quella di 7 lunghezze, il che significa che il Trastevere dovrà giocare forse con maggiore serenità ad Agropoli.

Le altre laziali: positivo punto dell’Anzio a Manfredonia anche se al Miramare, fino all’83°, i bianco-celesti tirrenici vincevano per 2-0. E tra l’84° e il 94°, gol di Malcore per il 2-2 finale, è successo di tutto.

Intanto il fondo della classifica ha registrato la vittoria della Cynthia Genzano ex fanalino di coda solitario, sul Città di Ciampino, per 4-2, ripreso a quota 16 come pure il Madrepietra Daunia. Fin qui si giocherebbero, i play-off, ma se dovessero diventare troppi punti rispetto alla sest’ultima, andrebbero giù tutte e tre le ultime in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *